L’introduzione della tariffa per la gestione dei rifiuti urbani è stata introdotta in Italia nel 97 con il “Decreto Ronchi”. Essa è costituita da costi fissi e costi variabili ed il primo metodo ad essere attuato fu quello “presuntivo”, che tutt’oggi molti Comuni applicano ancora. Tale metodo si basa su coefficienti teorici di produzione stabiliti dalla legge, in base ai mq e a al numero di componenti del nucleo familiare, per l’utenza domestica. La nostra soluzione rappresenta un'evoluzione. Ossia voler applicare la tariffa puntuale a tutte le frazioni merceologiche conferite, secondo il principio comunitario PAYT Pay as you throw, creando quindi un legame tra il pagamento della tariffa, dovuta per la raccolta dei rifiuti e il quantitativo reale di ogni rifiuto prodotto. Questa tipologia di misurazione è orientata a una maggiore equità, che responsabilizza i cittadini, permettendo di raggiungere risultati ambientali importanti in termini di quantità e qualità della raccolta differe...
L’introduzione della tariffa per la gestione dei rifiuti urbani è stata introdotta in Italia nel 97 con il “Decreto Ronchi”. Essa è costituita da costi fissi e costi variabili ed il primo metodo ad essere attuato fu quello “presuntivo”, che tutt’oggi molti Comuni applicano ancora. Tale metodo si basa su coefficienti teorici di produzione stabiliti dalla legge, in base ai mq e a al numero di componenti del nucleo familiare, per l’utenza domestica. La nostra soluzione rappresenta un'evoluzione. Ossia voler applicare la tariffa puntuale a tutte le frazioni merceologiche conferite, secondo il principio comunitario PAYT Pay as you throw, creando quindi un legame tra il pagamento della tariffa, dovuta per la raccolta dei rifiuti e il quantitativo reale di ogni rifiuto prodotto. Questa tipologia di misurazione è orientata a una maggiore equità, che responsabilizza i cittadini, permettendo di raggiungere risultati ambientali importanti in termini di quantità e qualità della raccolta differenziata e di riduzione dei rifiuti. La tariffa puntuale è considerata la chiave di volta per una gestione dei rifiuti urbani moderna, in linea con le attuali normative e finalizzata alla prevenzione della produzione dei rifiuti sempre maggiore, oltre che a una migliore quantità e qualità della raccolta differenziata. Da qui è nata l’idea di creare uno strumento domestico, che permetta di pesare ogni bidoncino contenente il sacchetto con al suo interno la relativa frazione merceologica differenziata. Un sistema di misurazione puntuale della quantità di rifiuti conferiti dalle utenze domestiche al servizio pubblico o privato, mediante PESATURA DIRETTA di ogni bidoncino della raccolta differenziata, ottenendo in questo modo il peso effettivo e puntuale di ogni frazione merceologica conferita da ogni singolo utente. Uno strumento SMART, tecnologico e innovativo, accoppiato ad una altrettanta innovativa Applicazione Smartphone che permetterà di avere a portata di mano dati sull’andamento della propria produzione di rifiuti e sui consumi ad esso correlati. Un database in tempo reale che renderà trasparente il flusso di rifiuti prodotti da ogni utenza domestica, scoprendo ogni giorno il quantitativo di ogni frazione merceologica raccolta e la propria percentuale di raccolta differenziata. Un App facile da leggere, grazie all’architettura in stile Data Visualization, che consentirà anche di interagire direttamente con i vari servizi offerti dal Gestore della raccolta e trasporto rifiuti
More information

Employees

Marco Lucchese
Admin
Marco Lucchese CEO Sempre aperto a nuove sfide, determinato e spinto dalla voglia di fare e di confrontarsi