La stampante 3D sta rivoluzionando il mondo della medicina anche negli ospedali italiani, mancano però ad oggi le puntualizzazioni di processo complessivo e di competenze, oltre alle indicazioni su aspetti legali, regolatori, tecnici e scientifici (Health:Innovazione e tecnologia in ospedale, sett/ott 2019).
Gli ingegneri clinici che hanno presentato una prima stesura di Linee Guida AIIC sull’impiego dell’additive manufacturing (AD): “Non esiste una sola tipologia di stampante 3D”, ha spiegato Paolo Pari, ingegnere del Consiglio Direttivo AIIC. “Esistono modelli e funzioni differenti e ciascuna stampante può lavorare in modo diverso materiali differenti. Inoltre, un conto è stampare tessuti o parti di organi a scopo didattico, un altro è costruire un dispositivo medico da impiantare”.
L’obbiettivo di UIMEIhealth è proprio quello di congiungere le necessità dei chirurghi con le potenzialità della tecnologia Additiva, attraverso una bio-libreria patologica dalla qual...
La stampante 3D sta rivoluzionando il mondo della medicina anche negli ospedali italiani, mancano però ad oggi le puntualizzazioni di processo complessivo e di competenze, oltre alle indicazioni su aspetti legali, regolatori, tecnici e scientifici (Health:Innovazione e tecnologia in ospedale, sett/ott 2019).
Gli ingegneri clinici che hanno presentato una prima stesura di Linee Guida AIIC sull’impiego dell’additive manufacturing (AD): “Non esiste una sola tipologia di stampante 3D”, ha spiegato Paolo Pari, ingegnere del Consiglio Direttivo AIIC. “Esistono modelli e funzioni differenti e ciascuna stampante può lavorare in modo diverso materiali differenti. Inoltre, un conto è stampare tessuti o parti di organi a scopo didattico, un altro è costruire un dispositivo medico da impiantare”.
L’obbiettivo di UIMEIhealth è proprio quello di congiungere le necessità dei chirurghi con le potenzialità della tecnologia Additiva, attraverso una bio-libreria patologica dalla quale estrarre il “giusto” modello da stampare.
In base all’ applicazione specifica e alle tecnologie disponibili, UIMEIhealth vuole fornire modelli digitali da stampare con tutte le tecnologie, al fine di essere utilizzati per il training chirurgico e nei trapianti.
Parallelamente, con l’utilizzo delle stampanti in Kit vuole dare la possibilità a tutti i laboratori di poter testare i propri materiali, per poi gestire lo sviluppo di lotti certificati (attraverso la stampante in acciaio inox), di aerogel destinati ai test di compatibilità biologica e tossicità.
Successivamente, ottenuta la certificazione della stampante in acciaio per la sua commercializzazione, i fondi raccolti vorrebbero essere utilizzati per la realizzazione di una biofactory per la produzione di prodotti 5D impiantabili.
Parallelamente la società vuole supportare tutte le tipiche attività di ricerca e sviluppo, fornendo un servizio di consulenza ad-hoc, dalla patologia al dispositivo funzionale.
More information

Employees

Ruben Foresti
Admin
Ruben Foresti CEO Ph.D. Ruben Foresti Postdoctoral Researcher in applied medical technical sciences University of Parma. Research field addressed in 3D, 4D,5D